Incentivi riscaldamento per gli edifici scolastici

NUOVE MISURE PER L’EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI SCOLASTICI

È stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto ministeriale del 14 aprile 2015. Rivolto ai soggetti pubblici, il decreto  individua e disciplina i criteri per l’erogazione dei finanziamenti a tasso agevolato per interventi per il miglioramento di almeno due classi di efficienza energetica negli edifici scolastici concessi a valere sulle risorse del Fondo rotativo Kyoto (Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici – Kyoto, 11 dicembre 1997).

Ecco le linee guida:
– sono a disposizione 350 milioni
– l’ importo massimo finanziabile per singolo edificio non può superare i 2 milioni di euro
– la durata massima del finanziamento non può essere superiore ai 20 anni
– gli enti locali potranno contrarre mutui a tasso agevolato pari allo 0,25% avvalendosi di Cassa e Depositi e Prestiti, per finanziare interventi per il miglioramento di almeno due classi di efficienza energetica negli edifici scolastici.

Ammissione:
Le domande di ammissione al finanziamento potranno essere presentate fino al novantesimo giorno successivo alla data di pubblicazione in Gazzetta ufficiale di un apposito comunicato da parte dello stesso Ministero dell’Ambiente.

Beneficiari dei finanziamenti:
Possono beneficiare dei finanziamenti i soggetti pubblici proprietari di immobili pubblici destinati all’istruzione scolastica.

Riferimenti normativi:
DECRETO 14 aprile 2015 del MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE
Misure per l’efficientamento energetico degli edifici scolastici.
(GU Serie Generale n.109 del 13-5-2015)

 

Le soluzioni Robur per l’edilizia scolastica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*